ANACREDIT

STRUTTURA E CONTENUTI DELLA SEGNALAZIONE

Roma, 14 giugno 2018

Centro Congressi Cavour

OBIETTIVI
  • Proporre un inquadramento del Regolamento AnaCredit e delle novità introdotte nella versione definitiva

  • Analizzare dettagliatamente la struttura ed i contenuti della segnalazione

  • Illustrare gli adeguamenti in ambito Puma e la ripartizione dei fidi e delle garanzie

  • Analizzare le novità riguardanti l’anagrafe dei soggetti

  • Condividere le logiche di rilevazione di taluni dati e un possibile approccio ai controlli

  • Commentare gli esempi pubblicati dalla BCE

DESTINATARI

Responsabili e addetti Area:

- Crediti e Monitoraggio Crediti

- Risk Management

- Revisione Interna

- Controllo di Gestione, Pianificazione e Studi

- Organizzazione e Sistemi Informativi

PROGRAMMA

RACCOLTA DI DATI GRANULARI SUL CREDITO E SUL RISCHIO DI CREDITO: Il REGOLAMENTO ANACREDIT

  • Le principali novità rispetto al draft iniziale

  • Esoneri e discrezionalità previste

  • I destinatari della disciplina

  • Impatti sulla rilevazione analitica dei tassi d’interesse

  • Controparti da segnalare e gestione dati anagrafici

  • Altri aspetti peculiari e soglia di rilevazione

 

STRUTTURA E CONTENUTI DELLA SEGNALAZIONE ANACREDIT

  • Inquadramento normativo

  • Flusso logico di produzione delle informazioni

  • Controparti e strumenti da segnalare

  • Informazioni sulle controparti

  • Informazioni sugli strumenti

  • Determinazione degli importi

  • Informazioni sulle garanzie ricevute (approfondimenti sulla ripartizione dei Fidi e delle Garanzie)

 

LE INFORMAZIONI SUGLI STRUMENTI, LE CONTROPARTI E LE GARANZIE

  • Gli strumenti soggetti le controparti e le garanzie soggette a segnalazione

  • I nuovi attributi informativi

  • Le novità relative alle sofferenze

  • Importo nominale in essere, arretrati e importo fuori bilancio

  • I nuovi importi

 

LE SOLUZIONI ADOTTATE DAL GRUPPO PUMA2

  • Le novità riguardanti le informazioni di input

  • Le informazioni contenute nelle tabelle di corredo

  • La fase ACA

  • La generazione tabellare

  • L’individuazione delle controparti e degli strumenti da segnalare

  • La produzione del flusso segnaletico

  • La gestione della tavola anagrafica delle controparti

  • Le controparti eleggibili

  • Le informazioni già esistenti nel patrimonio informativo PUMA2

  • I nuovi attributi informativi su controparti, affidamenti e garanzie

  • Le tabelle di corredo: illustrazione ed esempi pratici di compilazione

 

NOVITÀ RIGUARDANTI L’ANAGRAFE DEI SOGGETTI

  • Il canale di colloquio con la Banca d’Italia

  • Le informazioni da censire e la frequenza di censimento

  • Le informazioni da reperire

  • Le principali problematiche riferite ai dati da rilevare

  • Cenni sugli impatti organizzativi

  • Il ruolo della Banca d’Italia

 

CENNI SULLA RIPARTIZIONE DEI FIDI E DELLE GARANZIE

  • Le tipologie di affidamento

  • Le logiche di ripartizione

  • Casi pratici di ripartizione

 

ESEMPI PUBBLICATI DALLA BCE E CENNI SU POSSIBILI CONTROLLI DA EFFETTUARE SULLA BASE

  • L’illustrazione degli esempi pubblicati dalla BCE

  • Un possibile approccio ai controlli con la Centrale dei rischi

  • I possibili collegamenti con le segnalazioni statistiche di vigilanza (base A1)

  • I possibili collegamenti con le segnalazioni prudenziali (base Y)

DOCENTI

Pietro OLIVADOTI

Partner

MACO PARTNERS e AEM SOLUTIONS

PREZZO

1.090 € + IVA

AGEVOLAZIONI entro 30/05/2018

- Singola iscrizione 10% off

- Iscrizioni multiple 20% off

INFO

Per info e iscrizioni contattare il

Servizio Clienti Ologramma
Telefono   06 40409874
Email   info@ologramma.biz 

PROGRAMMA

  • White Facebook Icon
  • White Twitter Icon
  • White Instagram Icon
SEDE

Via Aristobulo, 37

00124 Roma

Phone: 06 40409874

Email:  info@ologramma.biz
P.IVA 04917401004

ORARI
HELP
SUBSCRIBE
  • Grey Facebook Icon
  • Grey Twitter Icon
  • Grey Instagram Icon

© 2018 by Ologramma Comunicazione e Formazione